lazioRoma, 16 aprile 2016, presso Sala Larchivio14, via Lariana n.14

Scarica il programma e la relazione di Elio Rosati per la carica di Segretario Regionale.

Approfondisci il Bilancio di Missione 2015.


Il  bilancio di missione* è “un rendiconto dei comportamenti attenti agli aspetti sociali ed etici dell’attività esaminata e una presentazione documentata dei risultati conseguiti”(A. Corrocher). 
Il bilancio di missione per essere un rendiconto di comportamenti deve racchiudere due significati distinti, uno di meta ed uno di processo. La meta è rappresentata dal documento finale con il quale l’organizzazione presenta se stessa e i suoi comportamenti mentre il processo è il percorso che porta all’elaborazione del documento finale e che obbliga ad un coinvolgimento dell’intera struttura e a guardare con occhi diversi la propria attività.

Nelle associazioni la motivazione centrale non è il risultato economico ma il perseguimento delle finalità sociali. L’associazione di certo non può dimenticare il controllo della gestione finanziaria ed economica sia per evitare sprechi di risorse sia per la sopravvivenza stessa dell’organizzazione ma acquista importanza primaria l’informare tutti i propri destinatari sulle modalità di perseguimento della propria missione. Mentre le organizzazioni for profit con il bilancio sociale raccontano i loro comportamenti sociali, per un’associazione che vive per svolgere un’attività sociale sicuramente perde di incisività il parlare di bilancio sociale e si preferisce parlare di bilancio di missione. Concludendo, nelle organizzazioni nonprofit si è affermato il termine “bilancio di missione” in quanto per esse l’attività sociale costituisce la “gestione caratteristica” e non una “opzione tecnica”, come nel caso delle imprese for profit. 
In particolare, per le organizzazioni senza fine di lucro, garantire i diritti di tutti i loro portatori d’interesse significa assumersi alcune responsabilità; prima fra tutte è l’impegno a perseguire e rendere pubblica la propria missione, oltre a concorrere al benessere sociale della collettività innalzando la qualità della vita. L’organizzazione non profit deve rendere conto ai propri stakeholder fornendo una informazione chiara e veritiera sugli scopi che persegue, sulle finalità, tempi e modalità d’attuazione delle iniziative da sostenere.
 
*da "Il bilancio di missione per le associaizoni", CSV Padova, 2008